Fotografia

Giornalista, fotografo e graphic designer, Alessandra Farinelli è nata e tuttora vive a Napoli, dove lavora occupandosi prevalentemente di fotografia pubblicitaria.

Socia di un noto studio pubblicitario utilizza la fotografia ogni giorno nel suo lavoro, realizzando prevalentemente servizi fotografici di reportage aziendale, still life neutro e ambientato e interior design.

Tecnica e studio continuo sono alla base delle sue competenze fotografiche e di editing. Opera in tutta Italia, ha pubblicato nel 2016 in collaborazione con le giornaliste gastronomiche Tania Mauri e Luciana Squadrilli il libro “La Buona Pizza”, edito da Giunti a cui ha fatto seguito il blog Pizzaontheroad.
E’ tutt’ora impegnata in un progetto in giro per lo stivale atto a valorizzare gli ambasciatori del Conciato Romano, il formaggio più antico d’Italia di cui unico custode è la famiglia Lombardi.

Grazie alle collaborazioni con i portali web Cibando ed Airbnb, entra nelle cucine e nelle case campane con il suo obiettivo scoprendone i segreti, le gerarchie e i modi di lavorare. Ama cucinare per se, per gli amici e per piccoli catering sperimentando ogni volta nuovi piatti e combinazioni alla ricerca non solo dei sapori ma del food styling perfetto!

Grafica

Fondendo le sue abilità di grafico e postproducer con le conoscenze dei materiali e tecniche di stampa, cura per i suoi clienti ogni aspetto che riguardi la loro immagine.

Il cibo e l’ospitalità sono le sue passioni; dietro l'obiettivo della sua Nikon prova a cogliere gli aspetti più belli di ogni soggetto. Inizialmente in postproduzione e poi in progettazione, fase di stampa o layout web, cerca la strada giusta per il miglior risultato di ogni cliente.

Le sue recenti collaborazioni includono nomi prestigiosi come Pastificio dei Campi, Pastificio Di Martino, Le strade della Mozzarella, Grangusto, Pastificio Gentile, Tradizioni Italiane, il pluripremiato Hotel Caesar Augustus di Capri ed il rispettivo ristorante La Terrazza di Lucullo, la rivista di settore Cook_Inc.

“L’occhio, la visione della realtà nel presente e la visione della fantasia nella realtà, possono far di noi qualcosa di più"